Un condominio ucraino a Dnipro è stato distrutto da un attacco missilistico russo

  • Cinque persone sono state uccise nel blocco di nove piani – autorità di Kiev
  • Almeno 27 persone sono rimaste ferite quando una parte dell’edificio è crollata
  • I missili russi hanno nuovamente colpito le strutture energetiche in tutto il paese

KIEV, gen. 14 (Reuters) – La Russia ha lanciato sabato un grosso attacco missilistico contro l’Ucraina, distruggendo un condominio di nove piani nella città di Dnipro, uccidendo almeno cinque persone e colpendo le principali strutture energetiche in tutto il Paese, hanno detto funzionari.

German Kalushchenko, ministro dell’Energia del Paese, ha avvertito che gli attacchi contro la maggior parte della regione renderanno “difficili” i prossimi giorni.

Quindici persone sepolte sotto una parte di un condominio nella città centro-orientale di Dnipro mentre il fumo si alzava nel cielo sono state salvate, ha detto il vice capo dell’ufficio presidenziale ucraino.

“Triste. Sono andato alla base… Passeremo tutta la notte tra le macerie”, ha detto Boris Filatov, sindaco della città produttrice di razzi sul fiume Dnipro.

Il governatore regionale ha detto che almeno 27 persone, tra cui sei bambini, sono rimaste ferite nell’attacco e molte altre sono rimaste intrappolate sotto le macerie.

Le immagini mostrano i vigili del fuoco che spengono le fiamme attorno ai rottami di alcune auto. Manca gran parte dell’appartamento. L’esterno del resto dell’edificio è stato gravemente danneggiato.

I feriti sono stati portati via in barella nelle riprese trasmesse dall’emittente pubblica ucraina Zaspilne.

La Russia, che ha invaso l’Ucraina lo scorso febbraio, ha attaccato la sua infrastruttura energetica con missili e droni da ottobre, causando gravi blackout e interruzioni al riscaldamento centrale e all’acqua corrente mentre l’inverno morde.

READ  I talebani hanno usato cannoni ad acqua contro le donne che protestavano contro gli ordini educativi in ​​Afghanistan

I missili sabato hanno colpito strutture infrastrutturali critiche a est di Kharkiv, che confina con la Russia, e ad ovest di Lviv, che confina con la Polonia, hanno detto funzionari.

L’intera regione di Kharkiv ha perso la corrente dopo che le autorità sono state costrette a ordinare un’interruzione di corrente di emergenza. A Lviv sono possibili interruzioni nell’approvvigionamento elettrico e idrico, ha affermato il governatore regionale Maksim Kositsky.

“Grazie a un efficiente lavoro di difesa aerea a Kiev, sono stati evitati danni alle infrastrutture critiche”, ha affermato Serhii Babko, capo dell’amministrazione militare della città.

Il ministero dell’Interno della Moldavia ha affermato che detriti missilistici sono stati trovati nel nord del paese, vicino al confine con l’Ucraina, a seguito di un attacco aereo.

Attacco mattutino

L’attacco di sabato è arrivato poche ore dopo che un attacco missilistico su piccola scala ha colpito infrastrutture critiche a Kiev e nella città orientale di Kharkiv. Il primo attacco è stato insolito perché i missili hanno colpito i loro obiettivi prima che suonassero le sirene dei raid aerei. Nessuno è stato ferito, ma i detriti missilistici hanno causato incendi in un’area e danneggiato case fuori dalla capitale, hanno detto i funzionari.

Ukrainergo, che gestisce la rete elettrica ucraina, ha detto che i suoi lavoratori stavano correndo per riparare i danni e che la rete era alle prese con le carenze di energia causate da attacchi precedenti, anche se a Kiev c’erano -2 gradi Celsius (28 gradi Fahrenheit), leggermente freddi.

Il clima freddo generalmente mette più stress sul sistema perché aumenta il consumo di energia.

DTEK, la più grande compagnia elettrica privata, ha introdotto blackout di emergenza in molte aree.

READ  Il Giappone ha accusato un uomo sospettato di aver ucciso l'ex primo ministro giapponese Shinzo Abe

Anche le infrastrutture residenziali sono state colpite nel villaggio di Kopiliv fuori dalla capitale. Le finestre e i tetti di 18 case di proprietà privata sono stati rotti o danneggiati dalle esplosioni, ha detto il governatore regionale Oleksiy Kuleba.

Commentando il primo attacco, il portavoce dell’Air Force Yuri Ihnat ha affermato che i missili russi potrebbero essere stati lanciati da nord su una traiettoria balistica alta e rotante, il che spiegherebbe perché le sirene dei raid aerei non hanno suonato.

L’Ucraina non è stata in grado di identificare e abbattere i missili balistici, ha detto Ukrainska al punto vendita online Pravda.

I missili colpiscono Kargi

Nel nord-est dell’Ucraina, due missili S-300 hanno colpito la città di Kharkiv, vicino al confine russo, sabato scorso, ha detto il governatore regionale Oleg Sinehupov.

Gli attacchi hanno colpito importanti obiettivi energetici e industriali nei distretti di Kharkiv e Suhuvev della regione, ha affermato.

Gli attacchi di sabato sono avvenuti quando le forze ucraine e russe si sono scontrate per il controllo di Solader, una piccola città mineraria di sale nell’Ucraina orientale che è stata per giorni al centro di un’implacabile offensiva russa.

In quella che sarebbe stata una rara vittoria per Mosca dopo mesi di battute d’arresto sul campo di battaglia, la Russia ha detto venerdì che le sue forze avevano preso il controllo della città, ma ha detto che le sue truppe stavano ancora combattendo lì.

Reuters non ha potuto verificare immediatamente le condizioni di Soledar.

Scritto da Angus MacSwan, Mark Heinrich, Frances Kerry e Tomasz Janowski Montaggio di Tom Balmforth

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  LIVE: NWSL Draft Tracker prende decisioni: la numero 1 Alyssa Thompson va all'Angel City FC; Michelle Cooper n. 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *