Parti della Groenlandia sono ora più calde di quanto non fossero in 1.000 anni

Commento

Le parti più fredde e più alte della calotta glaciale della Groenlandia, quasi due miglia sopra il livello del mare in molti luoghi, si stanno riscaldando rapidamente, mostrando cambiamenti senza precedenti in almeno un millennio. Gli scienziati hanno detto Mercoledì.

Questa è la scoperta della ricerca che ha rimosso diversi pezzi di ghiaccio di 100 piedi o più dalla parte superiore della seconda calotta glaciale più grande del mondo. I modelli hanno permesso ai ricercatori di svilupparsi Il nuovo record di temperatura, con le bolle di ossigeno immagazzinate al loro interno, riflette la temperatura al momento della prima deposizione del ghiaccio.

“Scopriamo che il decennio 2001-2011 è stato il più caldo di tutti i 1.000 anni”, ha affermato Maria Harholt, autrice principale dello studio e scienziata presso l’Istituto Alfred Wegener di Bremerhaven, in Germania.

Iscriviti ogni giovedì per le ultime notizie su cambiamento climatico, energia e ambiente

Poiché il riscaldamento è continuato da allora, questa scoperta potrebbe sottostimare quanto è cambiato il clima Gli altopiani della Groenlandia settentrionale e centrale sono cambiati. Questa è una cattiva notizia per le coste del pianeta, in quanto suggerisce che si sta mettendo in moto un processo di scioglimento a lungo termine che potrebbe alla fine consegnare una parte significativa, anche se difficile da quantificare, della massa totale della Groenlandia negli oceani. In totale, la Groenlandia ha abbastanza ghiaccio per innalzare il livello del mare di oltre 20 piedi.

Lo studio ha combinato i record di temperatura rivelati dalle carote di ghiaccio perforate nel 2011 e nel 2012 con i record di carote più vecchie e più lunghe che riflettono le temperature nella parte superiore della calotta glaciale un millennio fa. Il ghiaccio più giovane in queste vecchie carote risale al 1995, il che significa che non possono dirci molto sulle temperature odierne.

READ  Incidente in elicottero in Australia: quattro morti, molti feriti dopo l'incidente vicino al resort Gold Coast SeaWorld

Rispetto al 20° secolo, questa parte della Groenlandia, la più grande parte centro-settentrionale, è ora più calda di 1,5 gradi Celsius (2,7 gradi Fahrenheit) e il tasso di scioglimento e perdita d’acqua dalla calotta glaciale è in aumento. Il foglio – che innalza il livello del mare – è aumentato in tandem con questi cambiamenti.

La ricerca è stata pubblicata mercoledì sulla rivista Nature da Harholt e da un team di ricercatori dell’Istituto Alfred Wegener, dell’Istituto Niels Bohr in Danimarca e dell’Università di Brema in Germania.

La nuova ricerca “utilizza i dati della Groenlandia per spostare indietro di 1.000 anni il record strumentale, mostrando un riscaldamento senza precedenti negli ultimi tempi”, ha affermato Isabella Veligogna, glaciologa dell’Università della California, Irvine, che non è stata coinvolta nella ricerca.

“Non cambia ciò che già sappiamo sul segnale di riscaldamento in Groenlandia, lo scioglimento e il rapido flusso di ghiaccio nell’oceano, e sarà una sfida rallentarlo”, ha detto Velikogna. “Tuttavia, questo aggiunge slancio alla gravità della situazione. Questa è una brutta notizia per la Groenlandia e per tutti noi.

Gli scienziati hanno suggerito che se l’aria sopra la Groenlandia si riscalda abbastanza, si verificherà un ciclo di feedback: lo scioglimento della calotta glaciale ne causerà il collasso a quote inferiori, il che la esporrà naturalmente ad aria più calda, che causerà più scioglimento e collasso. . E avanti e indietro.

Il fatto che questa parte centro-settentrionale della Groenlandia sia ora di 1,5 gradi Celsius più calda di quanto non fosse nel 1900 non significa che la calotta glaciale abbia raggiunto questo temuto “punto critico”.

C’è una ricerca recente consigliato La soglia pericolosa della Groenlandia è di circa 1,5 gradi Celsius, o superiore, di riscaldamento globale, ma è un numero diverso dal riscaldamento regionale della calotta glaciale. Quando il pianeta raggiungerà una media di 1,5°C di riscaldamento, cosa che potrebbe avvenire già nel 2030, il riscaldamento della Groenlandia supererà questo valore, e anche più di quanto non sia adesso.

READ  Almeno 44 persone sono morte nel peggior incidente aereo avvenuto in Nepal negli ultimi cinque anni

I ricercatori consultati dal Washington Post notano che la parte settentrionale della Groenlandia, che è nota per avere il potenziale per innescare un grande innalzamento del livello del mare, ha altri motivi per cui sono state registrate queste temperature.

“Dovremmo essere preoccupati per il riscaldamento della Groenlandia settentrionale, perché quella zona ha vasti ghiacciai di marea e una dozzina di giganti addormentati sotto forma di un flusso di ghiaccio… Aumentare il contributo del livello del mare della Groenlandiaha affermato Jason Box, uno scienziato del Geological Survey of Denmark and Groenlandia.

la scatola Studio pubblicato L’anno scorso ha suggerito che nel clima attuale, la Groenlandia potrebbe già perdere terreno Una quantità di ghiaccio equivalente a quasi un piede di innalzamento del livello del mare. Questa certezza dell’innalzamento del livello del mare peggiorerà man mano che le temperature continueranno a riscaldarsi.

La preoccupazione è concentrata sul flusso di ghiaccio della Groenlandia nord-orientale, che trasporta la maggior parte del ghiaccio – il 12% – verso l’oceano. È fondamentalmente un grande fiume a movimento lento che sfocia in diversi grandi ghiacciai che sfociano nel Mare di Groenlandia. Lo è già Sempre più magroE i ghiacciai al suo capolinea hanno perso massa: uno di loro, lo Zacharias Istrom, ha perso anche la piattaforma ghiacciata che un tempo si estendeva sull’oceano.

Uno studio recente Dimostra anche che durante i passati periodi caldi nella storia relativamente recente della Terra (cioè, gli ultimi 50.000 anni circa), questa parte della Groenlandia aveva una copertura di ghiaccio inferiore a quella odierna. In altre parole, il flusso di ghiaccio si estende lontano dal centro della Groenlandia di quanto possa essere sostenuto alla temperatura attuale, e lo sarà Fortemente incline a spostarsi all’indietro e a rinunciare a molta neve.

READ  Blueface, 'Marriage' di Christian Rock sembra essere una ripresa video

“Gli studi sul paleoclima e la modellazione suggeriscono che la Groenlandia nord-orientale è vulnerabile al riscaldamento climatico”, ha affermato Peeta Xadho, glaciologo dell’Università di Buffalo.

Nello stesso anno, quando i ricercatori hanno perforato il ghiaccio, il lavoro attuale si basa su – 2012 – È accaduto qualcosa In Groenlandia. Quell’estate, a luglio, vaste aree della calotta glaciale hanno visto condizioni di scioglimento superficiale, con ricerche sul freddo e in alta quota.

“Questo è il primo anno in cui noti lo scioglimento a queste altitudini”, ha detto Harholt. “E ora continua.”

Correzione

Una versione precedente di questo articolo affermava che la società di Niels Bohr aveva sede in Germania. È in Danimarca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *