L’S&P 500 è sceso all’inizio dell’ultima settimana di negoziazione del 2022

Le azioni sono scese martedì all’inizio dell’ultima settimana di negoziazione dell’anno, mentre gli investitori valutavano le prospettive economiche per il 2023.

Il Dow Jones Industrial Average è salito di 122 punti, o 0,35. L’S&P 500 è rimasto piatto, mentre il Nasdaq Composite è sceso dello 0,8%.

In rialzo le azioni legate alla Cina Il Paese ha allentato le restrizioni Covid. Tesla è crollato 5% sulla notizia dell’interruzione prolungata della produzionequando Southwest è sceso del 4% poiché la compagnia aerea ha cancellato migliaia di voli.

Anche i rendimenti sono aumentati, mettendo sotto pressione i titoli in crescita come la tecnologia. resa in quel giorno Tesoro di 10 anni Il benchmark è salito di 5 punti base al 3,798%.

“Essenzialmente l’alto rendimento è una continuazione della crescita che viene ridistribuita ad altri settori che sono più piccoli, ma non abbastanza grandi da cambiare l’indice principale”, ha affermato Keith Lerner di Truist.

Anche una combinazione di vendita di perdite fiscali, ristrutturazione del portafoglio e investitori che decidono dove posizionare i propri portafogli per il 2023 potrebbe pesare sugli indici, ha affermato Sameer Samana, senior strategist del mercato globale presso Wells Fargo Investments.

Le azioni hanno registrato la peggiore performance annuale dal 2008 e un altro mese debole, con il Dow e l’S&P in calo rispettivamente dell’8,4% e del 19,5%. Il Nasdaq è sceso del 33,5%.

A dicembre, l’S&P è sceso del 6%, mentre il Dow e il Nasdaq sono scesi rispettivamente del 3,8% e del 9,3%. Le medie principali sono al passo con i loro maggiori cali mensili da settembre.

READ  Jeremy Renner condivide la prima foto dall'incidente con lo spazzaneve

Dopo un anno brutale consumato dai timori di inflazione e recessione, gli investitori speravano di chiudere il 2022 con una nota positiva. Venerdì è iniziata la stagione per il raduno di Babbo Natale, vale a dire Generalmente considerato l’ultimo periodo di negoziazione di cinque giorni dell’anno in corsocosì come i primi due giorni di negoziazione del nuovo anno.

Permangono anche domande sul fatto che la volatilità continuerà nel 2023 e su cosa porteranno l’economia e l’inflazione mentre l’anno solare gira l’angolo.

I mercati sono stati chiusi lunedì per le vacanze di Natale. In questa settimana di trading ridotta, gli investitori si aspettano una volatilità relativamente tranquilla o maggiore a causa dei bassi volumi di trading.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *