La Germania approva l’invio di carri armati pesanti in Ucraina

  • La Polonia ha presentato una richiesta alla Germania per fornire carri armati a Kiev
  • Gli Stati Uniti potrebbero abbandonare l’opposizione alla consegna dei carri armati Abrams
  • Tra i funzionari sono stati licenziati i governatori di cinque regioni ucraine
  • Kiev: le azioni di Zelensky ascoltano l’appello pubblico alla giustizia
  • L’Ucraina afferma che l’offensiva di primavera sarà decisiva

KYIV/BERLIN, 24 gennaio (Reuters) – La Germania ha deciso di inviare carri armati Cheetah 2 in Ucraina per combattere un’invasione russa e consentire ad altri paesi come la Polonia di fare lo stesso, mentre gli Stati Uniti potrebbero offrire carri armati Abrams. Questo è stato riferito a Reuters martedì.

Un portavoce del governo tedesco e i ministeri degli esteri e della difesa a Berlino hanno rifiutato di commentare.

Kiev ha fatto appello per i carri armati occidentali per mesi, dicendo che le sue forze hanno un disperato bisogno di potenza di fuoco e mobilità per sfondare le linee difensive della Russia e riconquistare il territorio occupato a est ea sud.

Martedì, separatamente, l’Ucraina ha licenziato una dozzina di alti funzionari, compresi i governatori di diverse importanti province del campo di battaglia, criticando ulteriormente la necessità del governo del presidente Volodymyr Zelensky di mettere da parte i suoi sostenitori occidentali come parte di una campagna anticorruzione.

In precedenza, la Polonia aveva dichiarato di aver inviato una richiesta formale al governo tedesco per consentire l’invio di alcuni dei suoi Leopardi in Ucraina, spingendo Berlino verso una decisione tanto attesa di riesportare il carro pesante della NATO.

Due funzionari statunitensi hanno detto a Reuters che Washington potrebbe abbandonare la sua opposizione all’invio di alcuni dei suoi carri armati Abrams, che è progettato per incoraggiare la Germania a seguire l’esempio.

READ  Il record di gol di Wayne Gretzky una volta era considerato indistruttibile

Sebbene l’Abrams sia considerato meno adatto del Cheetah per l’Ucraina a causa del suo elevato consumo di carburante e della difficoltà di manutenzione, la mossa incoraggerà la Germania a rifornire i Cheetah.

I socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz vedono mosse che potrebbero indurre la Russia a intensificare la guerra e rischiare di trascinare l’alleanza NATO in un conflitto.

I Panthers tedeschi, schierati dai militari di tutta Europa, sono ampiamente visti come la scelta migliore, disponibili in gran numero e facili da schierare e mantenere.

Il capo dell’esercito tedesco ha affermato che l’invio dei carri armati è stata una decisione politica. Un alto funzionario ha affermato che la scelta spettava in ultima analisi a Scholes e al suo gabinetto.

Le linee del fronte della battaglia, che si estendono per 1.000 chilometri (620 miglia) attraverso l’Ucraina orientale e meridionale, sono state in gran parte congelate per due mesi nonostante le pesanti perdite da entrambe le parti. Si ritiene che la Russia e l’Ucraina stiano pianificando gli attacchi.

Perfezionamento della leadership

L’Ucraina ha lottato a lungo per sradicare la corruzione ad alto livello, ma la campagna ha assunto un’importanza fondamentale poiché l’invasione russa ha lasciato Kiev fortemente dipendente dal sostegno occidentale e il governo sta cercando di aderire all’Unione europea.

I funzionari ucraini che si sono dimessi o sono stati licenziati martedì includevano i governatori delle regioni di Kiev, Sumy, Dnipropetrovsk, Kherson e Zaporizhia. Kherson, Zaporizhzhia e la vicina Dnipropetrovsk sono ora province leader. Kiev e Sumy erano i principali campi di battaglia prima della guerra.

READ  Adani affronta un giorno critico dopo la fallita vendita di azioni da 2,5 miliardi di dollari

Tra gli altri che se ne sono andati c’erano un vice ministro della difesa, un vice procuratore, il vice capo dell’ufficio di Zelenskiy e due vice ministri responsabili dello sviluppo regionale.

Alcuni, anche se non tutti, sono legati ad accuse di corruzione. L’Ucraina ha una storia di governance irregolare e traballante, ed è sotto la pressione internazionale per mostrarsi come un amministratore affidabile di miliardi di dollari in aiuti occidentali.

L’aiutante di Zelenskiy Mykhailo Podolyak ha twittato: “Il presidente vede e ascolta la società. E risponde direttamente a una richiesta pubblica chiave: giustizia per tutti”.

L’epurazione è avvenuta due giorni dopo che un viceministro delle infrastrutture è stato arrestato e accusato di aver sottratto 400.000 dollari da contratti per l’acquisto di generatori, uno dei primi grandi scandali resi pubblici dall’inizio della guerra 11 mesi fa.

Il ministero della Difesa ha affermato che Vyacheslav Shapovalov, il viceministro della difesa incaricato dell’approvvigionamento di truppe, si è dimesso per mantenere la credibilità dopo aver fatto false accuse di corruzione ai media. A seguito di un articolo di giornale secondo cui il ministero aveva pagato troppo per il cibo per le truppe, il ministero lo ha negato.

Kyrylo Tymoshenko, il vice nell’ufficio di Zelenskiy, ha annunciato le proprie dimissioni, senza fornire una motivazione. Ha contribuito a condurre la campagna elettorale del presidente del 2019 e recentemente ha avuto un ruolo nella supervisione della politica regionale.

Mentre la scossa si svolgeva in una serie di annunci, il primo ministro Denis Schmihal ha dichiarato a una riunione di gabinetto che l’Ucraina stava facendo progressi nella sua campagna contro la corruzione. “Questo è un lavoro sistematico e continuo, che è molto necessario per l’Ucraina ed è parte integrante dell’integrazione con l’Unione europea”, ha affermato.

READ  L'FBI ha fatto irruzione nell'ex ufficio privato di Biden a novembre dopo che la sua squadra ha trovato documenti riservati

L’UE, che ha concesso all’Ucraina lo status di candidato all’adesione lo scorso giugno, ha accolto con favore lo sviluppo.

“Come regola generale non commentiamo le indagini penali in corso, ma accogliamo con favore il fatto che le autorità ucraine stiano prendendo sul serio questi problemi”, ha detto un portavoce dell’UE.

Segnalazione di Reuters Bureaus Scrittura di Peter Graf e Alex Richardson Montaggio di Timothy Heritage e Mark Heinrich

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *