Gli Stati Uniti raggiungeranno il tetto del debito giovedì, ha avvertito la Yellen al Congresso

Il segretario al Tesoro Janet Yellen ha annunciato venerdì al Congresso che gli Stati Uniti ci riusciranno Limite di credito legale Giovedì prossimo.

Successivamente, il Dipartimento del Tesoro “inizierà a prendere alcune misure straordinarie per impedire agli Stati Uniti di non adempiere ai propri obblighi”, ha scritto Yellen in una lettera al presidente della Camera Kevin McCarthy, R-Calif.

Il Tesoro “non è attualmente in grado” di stimare per quanto tempo queste misure di emergenza gli consentiranno di pagare gli obblighi del governo degli Stati Uniti, ha scritto, aggiungendo che è “improbabile che i soldi e le misure straordinarie si esauriscano entro l’inizio di giugno”.

“È fondamentale che il Congresso agisca in modo tempestivo per aumentare o sospendere il tetto del debito”, ha affermato Yellen.

“L’incapacità del governo di adempiere ai propri obblighi causerà danni irreparabili all’economia degli Stati Uniti, ai mezzi di sussistenza di tutti gli americani e alla stabilità finanziaria globale”, ha avvertito Yellen.

“Esorto rispettosamente il Congresso ad agire immediatamente per preservare la piena fiducia e buona volontà degli Stati Uniti”.

La lettera di Yellen avvia effettivamente l’orologio su quanto tempo la Fed può continuare a pagare gli interessi sul suo debito.

Il mese scorso il Congresso ha innalzato il tetto del debito federale a circa 31,4 trilioni di dollari. Yellen ha osservato che l’importo totale di denaro “il governo degli Stati Uniti è legalmente autorizzato a pagare per i suoi attuali obblighi”, inclusi i benefici della previdenza sociale e Medicare, la paga militare, gli interessi sul debito nazionale, i rimborsi fiscali e altri pagamenti.

Le cosiddette misure straordinarie del segretario al Tesoro liberano la capacità di indebitamento del governo..

Ciò potrebbe prolungare l’orologio di settimane o mesi mentre il Congresso lancia un disegno di legge per aumentare il tetto del debito.

READ  Ford sta seguendo Tesla nell'abbassare il costo dei veicoli elettrici

Un alto funzionario della Casa Bianca ha detto alla CNBC che la Casa Bianca intende concludere un accordo con il Congresso per aumentare il tetto del debito federale dopo la scadenza di metà aprile per la dichiarazione dei redditi. Il funzionario ha affermato che la Casa Bianca non avrà dettagli sufficienti per negoziare un accordo fino a quando non vedrà il livello delle entrate fiscali.

Ma il dibattito sull’innalzamento del tetto del debito dovrebbe essere particolarmente teso quest’anno alla luce della nuova maggioranza repubblicana alla Camera dei Rappresentanti.

McCarthy ha fatto poco segreto del fatto che i repubblicani chiedono massicci tagli alla spesa nel bilancio federale in cambio dell’accordo per aumentare il tetto del debito.

Il nuovo leader della maggioranza alla Camera, Rep. Il rappresentante Steve Scalise, R-La., all’inizio di questa settimana ha confrontato il limite di prestito degli Stati Uniti con una carta di credito per l’equità domestica e ha affermato che la nazione deve limitare le proprie spese allo stesso modo di chiunque abbia carte di credito al massimo.

“Nello stesso momento in cui hai a che fare con il limite di credito, stai anche mettendo in atto meccanismi per non alzarlo”, ha detto Scalise ai giornalisti a Capitol Hill, “perché se il limite viene alzato, non lo fai vai al negozio il giorno dopo e alzalo di nuovo.”

“Inizi a capire come controllare il problema dei costi. Va avanti da molto tempo. Lo affronteremo”, ha detto.

Ciò che i repubblicani non menzionano, tuttavia, è che, a differenza di una famiglia inadempiente sul proprio debito, un default del governo degli Stati Uniti può avere enormi conseguenze in tutto il mondo.

READ  Un anno dopo il suo infuocato discorso sui diritti di voto, Biden pronuncia un altro discorso in sordina

In un rapporto del settembre 2021, la società di ricerca Moody’s Analytics ha avvertito che un default sui buoni del Tesoro potrebbe spingere l’economia statunitense in uno stato peggiore della Grande Depressione.

All’epoca, Moody’s prevedeva un calo del 4% del PIL e la perdita di quasi 6 milioni di posti di lavoro in caso di default degli Stati Uniti.

In una lettera a McCarthy venerdì, la Yellen ha scritto: “In effetti, in passato, anche le minacce che il governo degli Stati Uniti potesse non adempiere ai propri obblighi hanno causato danni reali, incluso l’unico declassamento nella storia della nostra nazione nel 2011”.

Yellen ha aggiunto: “L’innalzamento o la sospensione del limite del debito non autorizza nuovi obblighi di spesa o spende denaro dei contribuenti. Consente al governo di finanziare obblighi legislativi che il Congresso e i leader di entrambe le parti hanno assunto in passato”.

Questa è una notizia dell’ultima ora. Ricontrolla per gli aggiornamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *