Articoli

Viking Ocean Cruises: Fincantieri costruirà altre due navi da crociera

Viking Ocean Cruises e Fincantieri hanno annunciato oggi, 16 dicembre 2013, la firma di un contratto per la costruzione di due ulteriori navi da crociera. Queste navi saranno gemelle di quelle ordinate nel luglio dello scorso anno. La consegna delle unità è prevista, rispettivamente, per la metà del 2016 e l’inizio del 2017. Il contratto sarà operativo allorquando tutte le condizioni tecnico-finanziarie saranno definite.

 

Viking Ocean Cruises e Fincantieri

Viking Ocean Cruises: Fincantieri costruirà altre due navi da crociera.

 

Continua a leggere

Costa Crociere: varo tecnico della nuova ammiraglia Costa Diadema

La futura ammiraglia di Costa Crociere, la nave da crociera Costa Diadema, ha toccato l’acqua per la prima volta a Marghera nello stabilimento Fincantieri. La consegna della nave è prevista il 30 ottobre 2014, una volta terminati gli allestimenti interni. La costruzione e l’allestimento impiegheranno circa 3.500 lavoratori e 400 imprese dell’indotto. E’ la decima nave Costa Crociere costruita da Fincantieri in Italia dal 2000 ad oggi, per un investimento complessivo di quasi 5 miliardi di euro.

 

Costa Diadema

Costa Crociere: varo tecnico dell nuova ammiraglia Costa Diadema, foto Costa Crociere.

Continua a leggere

Costa Crociere: dettagli sulla nave da crociera Costa Diadema

Manca meno di un anno alla messa in servizio della nuova ammiraglia di Costa Crociere che svela sempre più dettagli sulla nave da crociera Costa Diadema. Questa nave diventerà la più grande battente bandiera italiana con una stazza di 132.500 tonnellate lorde e la consegna, dagli stabilimenti Fincantieri di Marghera, è prevista per il 30 ottobre 2014.

 

Costa Crociere: dettagli sulla nave da crociera Costa Diadema

La nave da crociera Costa Diadeam futura ammiraglia di Costa Crociere, foto Costa Crociere.

 

La nave da crociera Costa Diadema, quando entrerà in servizio assumerà il ruolo di ammiraglia della flotta Costa Crociere, scalzando Costa Fascinosa, entrata in servizio il 5 maggio 2012. Un investimento complessivo per la realizzazione di Costa Diadema pari a 550 milioni di euro che coinvolge circa 3.500 lavoratori e 400 imprese dell’indotto.

Costa Diadema è la decima nave costruita in Italia da Fincantieri per Costa Crociere a partire dal 2000, per un valore totale di quasi 5 miliardi di euro investiti.

 

Continua a leggere

Seabourn: una nuova nave da crociera realizzata da Fincantieri

Come da comunicato di Fincantieri, leader nella costruzione di navi da crociera, e Seabourn, brand del gruppo Carnival & plc, hanno firmato una lettera di intenti per la realizzazione di una nuova nave da crociera ultra-lusso.

La nuova unità, che entrerà a far parte della flotta di Seabourn nella seconda metà del 2016, sarà costruita secondo le caratteristiche e le soluzioni tecniche d’avanguardia che fanno di Seabourn uno fra i brand di maggior prestigio nel segmento extra-lusso.

“Siamo lieti di confermare il programma, annunciato all’inizio dell’anno, per la costruzione di una nuova nave che avrà un design in linea con quello delle Seabourn Odissey, Seabourn Sojurn e Seabourn Quest che ha riscosso un grande successo”, ha affermato il Presidente di Seabourn, Richard Meadows. “Queste navi pluri-premiate hanno infatti elevato il livello di riferimento nel mercato delle crociere ultra-lusso”.

Gabriele Cocco, Direttore Navi Mercantili di Fincantieri, ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti di acquisire un nuovo cliente come Seabourn e al tempo stesso di consolidare la storica collaborazione con il gruppo Carnival. Questo accordo è particolarmente importante: rafforza la nostra leadership nella nicchia delle navi di lusso e conferma il primato nel settore crocieristico”.

Fincantieri e l’Università di Genova insieme per l’innovazione tecnologica navale

Fincantieri insieme con la Scuola Politecnica dell’Università di Genova, promuove Innovation Challenge, un bando di gara finalizzato alla selezione di progetti in ambito di innovazione tecnologica navale destinati all’industrializzazione.

L’iniziativa, che si pone nel quadro della prestigiosa e consolidata collaborazione tra l’azienda e l’Università genovese, sarà finanziata da Fincantieri con un investimento complessivo che potrà arrivare fino a 500 mila euro.

La cooperazione sarà focalizzata a valorizzare e sviluppare le migliori idee provenienti dall’università per tradurle in innovazioni di prodotto sui temi più critici per la competitività, quali la riduzione del costo e del peso di prodotto, la qualità percepita, l’aumento dell’efficienza energetica e la massimizzazione del carico pagante, ovvero l’insieme delle attività che garantiscono un ritorno economico alle società armatrici.

Continua a leggere

Costa Crociere: posizionato il blocco di prua di Costa Diadema

Prosegue nello stabilimento Fincantieri di Marghera la costruzione di Costa Diadema, la futura ammiraglia di Costa Crociere. Un investimento da 550 milioni di euro che coinvolge circa 3.500 lavoratori e 400 imprese dell’indotto. La sua consegna è prevista il 30 ottobre 2014. Continua il piano di investimenti di Costa Crociere per soddisfare la crescente domanda attraverso navi di ultima generazione e un’offerta di servizi sempre più innovativi.

 

costa diadema costa crociere

Posa in bacino del blocco di prua di Costa Diadema.

 

Continua a leggere

Fincantieri: Gruppo in espansione grazie all’acquisizione di Vard triplica il risultato operativo netto nel primo semestre

Il Consiglio di Amministrazione di Fincantieri si è riunito oggi, 23.07.2013,  per esaminare l’andamento del Gruppo nel primo semestre 2013. Un risultato operativo netto (EBIT) pari a euro 101 milioni, con ricavi pari a 1.934 milioni di euro con un surplus di cassa pari a 183 milioni di euro. nel corso del primo semestre 2013 Finacntieri ha acquisito ordini per  1.843 milioni di euro.

L’Amministratore delegato di Fincantieri Giuseppe Bono ha commentato: “Esistono le condizioni per guardare con ragionevole ottimismo al futuro, soprattutto se il sistema Fincantieri e il sistema Paese possono realizzare un’unitarietà di strategie che privilegi i settori trainanti per l’export, per l’occupazione e per l’attrazione di rilevanti investimenti esteri da sviluppare in Italia”.

 

Continua a leggere