Royal Caribbean stupisce con effetti speciali

Una roadmap ricca di novità fino al 2020, con 7 navi in costruzione e 2 ordinate per il Gruppo Royal Caribbean. Nel 2015 l’arrivo in Italia di Allure of the Seas e il lancio dei pacchetti “Celebrity City Stay” di Celebrity Cruises.

 

Royal Caribbean

Royal Caribbean stupisce con effetti speciali, foto RCCL

La parola d’ordine di Royal Caribbean è stupire! Non solo grazie a speciali proposte personalizzate a bordo e itinerari spettacolari, ma soprattutto a nuove navi all’avanguardia che nei prossimi 5 anni potenzieranno l’offerta crocieristica della Compagnia. Grazie alla costruzione, entro il 2020, di 9 navi dal design unico e senza precedenti, Royal Caribbean proietta il suo sguardo al futuro lanciando nuove sfide, con l’obiettivo di raggiungere risultati sempre oltre le aspettative.

“Il Gruppo Royal Caribbean ha chiuso lo scorso anno con un incremento dell’utile del 40% rispetto al 2013 e le previsioni per il 2015 rivelano che si dovrebbe verificare un ulteriore aumento del 40%. Questo è il risultato di una strategia e di investimenti mirati che la Compagnia ha attuato negli ultimi anni, confermando così la propria solidità e l’impegno nel contribuire all’evoluzione del settore crocieristico.” – ha dichiarato Gianni Rotondo, Direttore Generale RCL Cruises Ltd Italia – “Il 2015 è solo l’inizio di un periodo particolarmente rigoglioso per Royal Caribbean: dopo Anthem of the Seas e Mein Schiff4 di TUI Cruises, nel 2016 sarà la volta di Oasis3, Ovation of the Seas e Mein Schiff 5, nel 2017 di Mein Schiff 6 e nel 2018 di Oasis4 ed Edge1 di Celebrity Cruises, concludendo nel 2020 con Edge2. In seguito a queste inaugurazioni, l’intero Gruppo raggiungerà i 140.052 letti bassi totali con una crescita di circa il 30% rispetto a oggi. La Compagnia ha in programma non solo la consegna di nuove navi, ma anche partnership importanti con aziende internazionali e una serie di investimenti mirati a garantire i migliori servizi per gli ospiti.”

La prima attesissima inaugurazione è quella di Anthem of the Seas, gemella di Quantum of the Seas, prevista per questa primavera. La nave salperà da Southampton e durante gli itinerari di 14 e 16 notti nel Mediterraneo Occidentale – tra Francia, Spagna e Portogallo – farà scalo anche in Italia a Civitavecchia e La Spezia: sarà quindi un’ottima occasione anche per gli ospiti italiani che desiderano conoscere questa meraviglia tecnologica.
[hr top]