Royal Caribbean Cruises: presentati i risultati del terzo trimestre

Royal Caribbean Cruises, lo scorso giovedì 24 ottobre, ha presentato i risultati del terzo trimestre , aggiornando le proprie previsioni per il 2013 e fornendo qualche commento sul 2014.

“Stiamo cominciando a veder ripagati i nostri sforzi per migliorare gli utili in questi momenti tanto difficili,” ha dichiarato Richard D. Fain, chairman e CEO della compagnia. “La strada è lunga ma la nostra strategia operativa e i nostri investimenti stanno portando ad aumentare la redditività e ad ottenere un’efficienza dei costi che sono di buon auspicio per il 2014 e per gli anni a venire. Siamo particolarmente grati ai nostri dipendenti per la dedizione mostrata nei confronti delle iniziative messe in atto dall’azienda per migliorare la redditività,” ha aggiunto Fain.

 

Presentati i risultati del terzo trimestre

Royal Caribbean Cruises: presentati i risultati del terzo trimestre, foto RCCL.

 

I risultati del terzo trimestre di Royal Caribbean Cruises, secondo Gruppo crocieristico al mondo, si sono rivelati superiori alle aspettative, spinti da una più forte domanda e da un attento controllo dei costi, che hanno più che controbilanciato l’impatto su costi e ricavi della permanenza nel bacino di carenaggio (dry-dock) della Celebrity Millennium, del tutto fuori programma.

Una più forte domanda delle crociere in Europa e Asia hanno aiutato a raggiungere questi ottimi risultati e le prenotazioni per il 2014 restano superiori alle aspettative sia per quanto riguarda il riempimento che il tasso di occupazione.

Molti mercati e prodotti stanno mostrando miglioramenti costanti anno dopo anno, inclusi Europa, Alaska e Asia, mentre le prenotazioni anticipate per i Caraibi sono in qualche modo più deboli di quanto previsto.

Anche i consistenti consumi a bordo hanno avuto un incremento pari al 7% . Il programma di rivitalizzazione attualmente in pieno svolgimento, ha portato i suoi frutti e gli ospiti spendo di più a bordo cenando nei nuovi ristoranti tematici a pagamento, prenotando le escursioni proposte a bordo delle navi, acquistando i nuovi pacchetti bevande e infine anche con accesso a internet migliorato con la presenza  in tutta la nave di una rete Wi-Fi.   Il CEO di Royal Caribbean International Adam Goldstein commenta : ” La nuova rete per accedere a internet ci da molta soddisfazione, l’investimento significato fatto a bordo migliora l’accesso alla rete aumentando la velocità di circa 7 o 8 volte rispetto a prima”

 

Previsioni sul 2013

Le previsioni dell’azienda per tutto il 2013 in materia di rendimento sono migliorate. Il rendimento netto sulla base di valuta costante per l’intero anno è aumentato di circa il 3%. Le attese sulla base di valuta costante relative agli NCC, escluso il carburante, restano invariate e si attestano su un aumento che va dall’1% al 2%.

I costi legati al carburante dovrebbero essere di $3 milioni più bassi rispetto a quanto calcolato in precedenza, grazie in primo luogo alle misure di risparmio energetico ed al dry-dock non programmato della Millennium. Sulla base di quanto sopra esposto, degli attuali prezzi del carburante e dei tassi di cambio, l’azienda si aspetta che gli utili rettificati per azione di tutto l’anno aumentino tra i $2,30 e i $2,35 per azione.

 

Andamento delle prenotazioni di Royal Caribbean Cruises

Le prenotazioni dell’azienda sono attualmente superiori a quelli dello stesso periodo dell’anno scorso per tutti e quattro i trimestri del 2014. Gli incassi relativi alle prenotazioni per il primo trimestre sono in linea con lo stesso periodo dell’anno scorso, mentre sono superiori per il secondo, terzo e quarto trimestre. Le prenotazioni per i Caraibi stanno costantemente aumentando rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, anche se restano leggermente al di sotto se considerate sulla base della reale capacità.

“La vendita delle destinazioni caraibiche resta un’area critica, ma siamo in una fase piuttosto precoce del ciclo di prenotazione e ci aspettiamo che i rendimenti correlati a quest’area diminuiscano solo di pochissimo nel 2014,” ha affermato Jason T. Liberty, chief financial officer. “Fortunatamente, le crociere estive ai Caraibi sono uno dei nostri punti di forza e con i buoni risultati che stiamo ottenendo con gli altri nostri prodotti, per il 2014 prevediamo un miglioramento globale “low single digit” , ha aggiunto Liberty.

Le prenotazioni e i tassi di occupazione relativi all’Europa sono entrambi in significativo aumento anno dopo anno, e rappresentano il 22% della capacità dell’azienda per il 2014. Nonostante la continua querelle territoriale tra Cina e Giappone, le prenotazioni per le crociere in Asia sono considerevolmente aumentate. Le prenotazioni anticipate per l’Alaska e per gli altri prodotti venduti dalla compagnia fanno presagire un incoraggiante aumento del rendimento.

[hr top]