Diario di Bordo

Navigator of the Seas

Dal 28 aprile 2013 al 5 maggio 2013 Passione Crociere era a bordo della Navigator of the Seas che per la sua ultima stagione nel Mediterraneo propone crociere regolari di sette notti con partenza da Civitavecchia oppure Messina. La nave a febbraio del 2014 sarà sottoposta a lavori di rimodernamento dopo i quali non tornerà più in Europa proponendo crociere nei Caraibi per tutto l’anno.

Imbarco a bordo della Navigator of the Seas

Il porto crocieristico di Civitavecchia per questa domenica registra parecchie navi in vista oltre alla nostra nave sono attraccate la Costa Classica, la MSC Lirica, Oceania Riviera, ben due navi della compagnia Seabourn la Legend e la Odyssey come anche il veliero Wind Surf. A paragoni di numeri la Navigator of the Seas è la nave più grande attaccate quest’oggi presso il porto di Civitavecchia.

Il porto crocieristico di Civitavecchia, foto Passione Crociere.


Il porto crocieristico di Civitavecchia, foto Passione Crociere.

Salpati puntualissimi alle 17:00 dal porto di Civitavecchia per raggiungere domani verso le 10:30 Messina. L’imbarco è avvenuto senza intoppi e in pochi minuti eravamo a bordo della Navigator of the Seas. Subito l’impiegata della Royal Caribbean, durante la fase di check-in, ci informa che l’itinerario è stato modificato. Non raggiungeremo Atene il primo di maggio a causa di scioperi ma viene anticipato rispetto all’itinerario previsto il porto di Kusadasi in Turchia e al posto di Atene attraccheremo a Mykonos.

Navigator of the Seas con le sue 138.000 tonnellate di stazza, è quinta e ultima nave da crociera gemella della Classe Voyager. Con i suoi 15 ponti e le incredibili dotazioni per lo sport e il divertimento, questa classe di navi ha rivoluzionato il modo di concepire e vivere la crociera: dalla parete da arrampicata a 60 metri sul mare alla pista di pattinaggio su ghiaccio, dalla spettacolare Royal Promenade con boutique e numerosi locali caratteristici come l’Aquarium Bar ai modernissimi ambienti della VitalitySM Spa & Fitness Centre.

Il nostro itinerario

Raggiungiamo Messina verso le 10:00 pronti per andare alla scoperta di Taormina, durante una delle nostre crociere passate abbiamo già visitato la città di Messina in occasione della crociera a bordo della MSC Splendida.

Il Teatro Greco-Romano di Taormina, foto Passione Crociere


Il Teatro Greco-Romano di Taormina, foto Passione Crociere

Dopo poco più di un’ora di trasferta da Messina a bordo del torpedone organizzato da Royal Caribbean abbiamo raggiunto Taormina. Per questa escursione abbiamo optato per la sola trasferta con permanenza a Taormina per tre ore. Seguendo quindi il Corso Umberto I si scoprono tutte le meraviglie di questa città siciliana, dalla Chiesa di San Nicola passando dalla Piazza IX Aprile arrivando fino all’altra estremità del villaggio medievale, la Porta Messina.

Da non perdere durante il soggiorno a Taormina è il Teatro Greco-Romano, il secondo teatro più grande che sorge in Sicilia.

L’entrata costa otto euro a persona, i giovani dai 17 ai 25 anni il costo è di 4 euro sempre a persona. Per chi invece preferisce un’escursione accompagnata da guide professionali può rivolgersi all’agenzia online specializzata in escursioni fatte su misure per i crocieristi: TUCrociersita.it La visita a Tarmina con durata cinque ore, costa a persona 20 euro e dopo la trasferte di un’ora la guida vi porterà al Teatro Greco, il Palazzo Corvaja, l’Odeon, il Duomo e per finire una passeggiata lungo Corso Umberto. Ulteriori dettagli al seguente link: http://goo.gl/gWaI3

Dopo un giorno di navigazione la Navigator of the Seas raggiunge il porto di Kusadasi in Turchia alle sette di mattina, ad aspettarci dopo un abbondate colazione, l’escursione alla scoperta di Efeso.

La Navigator of the Seas al porto di Kusadasi, foto Passione Crociere


La Navigator of the Seas al porto di Kusadasi, foto Passione Crociere

Kusadasi, con una popolazione di circa 50’000 abitanti, è uno dei luoghi di villeggiatura più frequentati della Turchia. La vicinanza ai siti archeologici, città storiche, parchi naturali e spiagge rende questo porto molto strategico per le compagnie di crociera come ad esempio Royal Caribbean International. Kusadasi inoltre è un paradiso per gli acquisti e a pochi passi dal molo si trovano innumerevoli negozi e bazar come il “Grand Bazar” oppure “L’Orient Bazar”. La moneta locale è la Lira Turca ma viene accettato anche l’Euro.

A circa 15 kilometri dal porto, nei pressi della città di Secuk, si trova la ben conservata città antica di Efeso, uno dei migliori esempi di architettura dell’antica Roma.

Efeso è una zona archeologica unica al mondo dove vedere insieme innumerevoli costruzioni antiche, strade e piazze. Il teatro è composto da 66 scalinate, costruito per far sedere ben 24’000 persone.

Le alternative per organizzare le escursioni in questo porto sono tantissime come ad esempio prenotare una delle offerte proposte dalla compagnia di crociera, scendere dalla nave e organizzarsi con il fai da te oppure perché no affidarsi a uno dei portali online che propone escursione in lingua italiana.

Il famoso simbolo di Efeso, la biblioteca, foto Passione Crociere.


Il teatro ancora oggi in uso, foto Passione Crociere.


Il famoso simbolo di Efeso, la biblioteca, foto Passione Crociere.
Il teatro ancora oggi in uso, foto Passione Crociere.

La sosta all’isola di Mykonos non era prevista, a causa di scioperi per il primo maggio ad Atene, la compagnia Royal Caribbean Internation ha preferito modificare l’itinerario originale anticipando la sosta a Kusadasi di un giorno e inserendo al posto di Atene la destinazione sempre greca di Mykonos.

La Navigator of the Seas al porto di Mykonos, foto Passione Crociere.


La Navigator of the Seas al porto di Mykonos, foto Passione Crociere.

L’isola questa mattina ci ha accolto con una giornata di sole ma anche con un forte vento. Con una superficie di poco più di 85 chilometri quadrati, Mykonos è una delle isole più piccole del gruppo delle Cicladi. L’isola conta una popolazione di 5’000 abitanti e durante i giorni estivi i visitatori possono raggiungere anche la soglia di 900’000 ospiti.

I mulini a vento marchio dell’isola di Mykonos, foto Passione Crociere.


I mulini a vento marchio dell’isola di Mykonos, foto Passione Crociere.

Mykonos è un paesino molto affascinante con un labirinto di stradine strette affiancante da case rigorosamente bianche ad eccezione dei balconi, porte e inferiate che sono di colore blu oppure rosse. La cittadina è caratterizzata da innumerevoli negozi, bar e ristoranti che si possono trovare ovunque, nelle stradine come anche a bordo mare.

La cittadina binaca caratterizzata da strette stradine, foto Passione Crociere


La cittadina bianca caratterizzata da strette stradine, foto Passione Crociere

Per raggiungere la città abbiamo optato per la trasferta shuttle organizzata direttamente dalla compagnia di crociera Royal Caribbean per un costo di 10 dollari a persona.

La nostra ultima destinazione che raggiungiamo verso le sette di mattina a bordo della Navigator of the Seas è il porto di Souda a Creta.

Il piccolo porto di Chania sull’isola di Creta, foto Passione Crociere.


Il piccolo porto di Chania sull’isola di Creta, foto Passione Crociere.

Sulla costa nord-occidentale dell’isola di Creta si trova la città di Chania, raggiungibile dal porto crocieristico di Souda semplicemente con il bus navetta per un costo di 1.50 euro a tratta e persona. La vita si svolge attorno al porto di Chaina dove trovare innumerevoli ristoranti e caffè.

Nelle strette viuzze i commercianti propongono le loro merci invitandoti ad entrare nei loro negozi.

Peccato che in questo porto il tempo di permanenza era più ridotta rispetto alle altre destinazioni durante queste fantastica crociera, la nave è quindi salpata alle 15:00 verso Civitavecchia che raggiungeremo domenica mattina dopo un giorno di navigazione.
Per chi desidera effettuare un’escursione prenotandola a bordo nave si può rivolgersi direttamente all’ufficio escursioni che si trova al ponte 5 oppure prenotare l’escursione presso uno dei siti internet che offrono escursioni in lingua italiana a un costo molto accessibile.

Visita al ristorante Chops Grille

Uno dei primi ristoranti tematici a bordo delle navi della compagnia Royal Caribbean è lo steakehouse Chops Grille. Il ristorante si trova a bordo delle navi della classe Oasis, della classe Radiance come anche della classe Freedom. Inoltre lo steakhouse si trova anche a bordo delle navi Mariner of the Seas, Enchantment of the Seas, Splendour of the Seas e la Navigator of the Seas.

Uno dei ristoranti tematici a bordo della Navigator of the Seas, foto Passione Crociere


Uno dei ristoranti tematici a bordo della Navigator of the Seas, foto Passione Crociere

A bordo della Navigator of the Seas il Chops Grille è situato all’entrata del ristorante a buffet Windjammer. Questo ristorante tematico è aperto esclusivamente alla sera e il costo a persona è di 30 dollari.

Il ristorante è composto da due sale arredate con legno scuro che da un tocco di eleganze all’ambiente molto raffinato. Personale molto cortese e servizio eccellente ha caratterizzato la nostra cena al Chops Grille. Il nostro cameriere di nazionalità Portoghese si esprimeva in un ottimo italiano e ha dimostrato grande professionalità rispondendo a ogni nostra richiesta. Anche la carta del menu è a disposizione in lingua italiana ed è composta da una prima parte di antipasti che vanno dalle insalate fino alle ostriche e una seconda parte dove si possono scegliere svariati tipi di carne dal filetto mignon passando dalla grigliata mista al New York Steak.

Lo stakehouse Chops Grille, foto Passione Crociere


Lo stakehouse Chops Grille, foto Passione Crociere

Le carni si possono accompagnare da diversi contorni a scelta. Da non perdere è la carta dei dolci che offre una scelta di ottime proposte per chiudere la cena presso il Chops Grill a bordo della Navigator of the Seas.

Sicuramente il Chops Grille non è il ristorante tematico meno costoso a bordo della navi della Royal Caribbean con i suoi 30 dollari a persona. Secondo noi comunque sono soldi spesi molto bene, non solo dalla qualità delle pietanze servite ma anche dall’ambiente molto intimo, confrontando il prezzo a terra in un ristorante allora la visita ne vale proprio la pena.

Visita al ristorante Portofino

Questo ristorante tematico si trova a bordo delle classi Freedom, delle classi Voyager come anche a bordo della Brilliance of the Seas, della Jewel of the Seas e della Serenade of the Seas. Dopo la nostra visita del ristorante di specialità Chops Grille a bordo della Navigator of the Seas abbiamo deciso do fare visita anche al ristorante Portofino. Come già si può intuire dal nome si tratta di un ristorante orientato alla cucina italiana.

L’entrata al ristorante Portofino a bordo della Navigator of the Seas.


L’entrata al ristorante Portofino a bordo della Navigator of the Seas.

L’atmosfera di questo ristorante è meno elegante rispetto al Chops Grille, inoltre abbiamo trovato che l’arredamento a bordo della Explorer of the Seas, nave gemella della Navigator, è riuscito meglio presentandosi in maniera più elegante. Per la qualità delle proposte e del servizio assolutamente non c’è niente da dire: eccellente. Il costo a persona è di 20 dollari, ideale per chi desidera cenare in un luogo diverso dal ristorate principale oppure dal buffet.

Il dolce Portofino, foto Passione Crociere.


Il dolce Portofino, foto Passione Crociere.

Va ricordato che durante il programma Royal Avantage, iniziato nel 2011 e tuttora in atto, le navi dell’intera flotta saranno sottoposte ad un rimodernamento e questo comporta la sostituzione del ristorante Portofino con il nuovo concetto gastronomico chiamato Giovanni’s Table sempre un ristorante con proposte italiane ma rivisitato e più famigliare. Questo cambiamento avverrà a bordo della Navigator a inizio del 2014, quando la nave sarà sottoposta al programma. Portofino è aperto solo per la cena dalle 18:00 fino alle 22:00.