Crociere: misure di sicurezza più rigide

La “European Cruise Coucil (EEC) e la “Cruise Line International Association” (CLIA) hanno presentato oggi le nuove misure in tema di sicurezza a bordo della nave e durante la navigazione.

Queste nuove misure più rigide sono state introdotte dopo i  recenti incidenti che hanno coinvolto navi da crociera. In occasione della conferenza sulla sicurezza delle navi tenutasi oggi a Bruxelles, Manfredi Lefebvre d’Ovidio, Presidente di ECC e membro del Comitato Esecutivo di CLIA, ha annunciato l’introduzione di tre nuove misure di sicurezza. Queste si aggiungono alle norme già in vigore oggi sulle navi da crociera.

Programmazione delle rotte: la pianificazione di ogni singola rotta deve essere definita da un ufficiale preposto e approvata dal comandante, e deve essere minuziosamente trasferita, prima della sua implementazione, a ciascun membro del personale del ponte di comando. Questa nuova procedura si aggiunge alle linee guida dell’IMO da sempre seguite da tutte le compagnie di crociera al mondo.

Accesso del personale al ponte di comando: con l’obiettivo di minimizzare ogni forma di distrazione sul ponte di comando, in presenza di situazioni che richiedano specifiche manovre o in casi di necessario aumento della vigilanza, è ora limitato l’accesso al ponte di comando unicamente al personale operativo preposto a tali operazioni.

Giubbotti di salvataggio: la nuova procedura comporta l’introduzione di un numero di giubbotti di salvataggio maggiore rispetto al numero richiesto dalla legge ora in vigore, a garanzia del fatto che la disponibilità complessiva di giubbotti sia di gran lunga superiore al numero dei passeggeri e membri dell’equipaggio effettivamente presenti a bordo.

Fonte: EEC e ANSA