, ,

Crociere: la vacanza in crociera ruba i clienti ai villaggi turistici

L’estate quasi agli sgoccioli, si inizia a fare qualche considerazione inerente alle vacanze durante questa stagione più calda dell’anno. Dati alla mano, il numero di persone che hanno scelto di trascorrere le vacanze a bordo di una delle navi da crociera ha superato quelli che hanno scelto i classici villaggi turistici.

MSC Crociere ha registrato un aumento del 18% rispetto allo stesso periodo del 2011 e a Ferragosto il tutto esaurito su tutte le navi dell’intera flotta. Anche il gruppo Costa Crociere ha confermato il “sold out” per tutte le partenze di agosto sulle 32 crociere effettuate nel Mediterraneo e le 17 nel Nord Europa. In funzione, su queste tratte, sono 5 navi per il Nord Europa ed 8 per il Mediterraneo.

 Aggiungi didascalia 900’000 i passeggeri che hanno trascorso l’estate a bordo di una delle navi della flotta MSC Crociere e Costa Crociere ha dichiarato il tutto esaurito per l’intero mese di agosto, foto Passione Crociere.

“La vacanza in crociera viene scelta da un numero sempre più elevato di persone” ha detto Leonardo Massa, Country Manager Mercato Italia di MSC Crociere. “Una scelta accessibile trasversalmente da chiunque, grazie all’ottimo rapporto value for money, altro elemento indispensabile alla luce degli attuali timori legati alla decisione di andare in ferie degli italiani, in un periodo economicamente delicato”. 

Sembra un paradosso ma, uno dei successi delle vendite negli ultimi mesi a favore delle crociere, probabilmente è anche dovuto agli incidenti successi quest’anno. Pensiamo ad esempio alla tragedia della Costa Concordia, naufragata contro uno scoglio all’isola del Giglio causando 32 morti, oppure alla Costa Allegra o alla Azamara Quest che hanno subito un incendio alla sala macchina rimanendo per giorni alla deriva. Questi avvenimenti hanno portato i vari gruppi crocieristici ad abbassare i loro prezzi fino al 40% rispetto al prezzo di catalogo. “Quest’anno c’è stata una sovrapposizione tra il periodo di vendita delle crociere e quello dei classici pacchetti con villaggio” spiega Gian Paolo Vairo, amministratore delegato di Welcome Travel. “Inoltre c’è stata una forte concorrenza con un prodotto crociere molto scontato”. Questo ha fatto si che gli italiani paragonando le varie offerte hanno scelto un viaggio a bordo di un villaggio galleggiante.

Come lo dimostrano le cifre di MSC Crociere e Costa Crociere si parla di tutto esaurito ma per una valutazione complessiva del fatturato bisogna ancora aspettare, essendo che i prezzi a persona preventivati non sono stati mantenuti ma fortemente ribassati. “Le compagnie di crociera hanno indovinato i prezzi e la comunicazione” spiega Rinaldo Bertoletti, a.d. di One! Travel Network. “E le agenzie non si sono fatte dire due volte di venderle. Purtroppo, a parità di passeggeri, i fatturati sono inferiori. Per guadagnare la stessa cifra, quest’anno, bisogna vendere il 40 per cento in più”.

Un altro fattore a favore della crociera è sicuramente dovuta alla sempre più offerta di navi e compagnie di crociere attive durante la stagione estiva nei mari del Mediterraneo. Navi sempre più grandi, che offrono maggiori svaghi e divertimenti. I villaggi invece si basano su concetti non più al passo con i tempi.