,

Gruppo Royal Caribbean: successo per il marchio Celebrity e consolidamento per Royal

E’ boom di richieste per Celebrity Cruises, marchio premium del Gruppo Royal Caribbean. “Le navi Celebrity sono molto gettonate” – commenta Gianni Rotondo, direttore generale RCCL Italia – “Anche se la base di partenza è bassa, i numeri sono triplicati”.

 

The Lawn Club

Classe Solstice di Celebrity Cruises si distingue con il Lawn Club, foto Passione Crociere.

 

Per l’anno prossimo saranno due le navi da crociera della flotta Celebrity Cruises che per la stagione estiva proporranno partenze regolari dall’Italia, più precisamente da Venezia e Civitavecchia. La compagnia rafforza quindi la sua presenza nel Mediterraneo portando le due navi più moderne come la Celebrity Silhouette e la Celebrity Reflection. Non solo, ma sempre nel 2014, in alta stagione, per alcune settimane una terza nave Celebrity effettuerà da Roma crociere di sette notti.

Per il marchio Royal Caribbean International invece la Legende of the Seas e la Navigator of the Seas per il 2014 non faranno più ritorno nel Mediterraneo ma saranno impegnate una nel Nord Europa rispettivamente nei Caraibi. “Abbiamo scelto di ridurre la capacità sul Mediterraneo di circa il 15-20 per cento, mantenendo per tutto l’anno alcune navi posizionate ai Caraibi, come la Navigator, che il mercato italiano conosce molto bene. Questo, però, non significa che andiamo a ridurre il numero di porti o di imbarchi sulla Penisola”.

Sarà comunque l’anno delle novità anche per la Royal Caribbean International che per la prima volta sposta la nave più grande al mondo nel Mediterraneo “La Oasis of the Seas, la più grande nave al mondo” – dice Rotondo – “sarà in Europa nel settembre 2014 per una brevissima stagione. La nave, per la sua unicità, ha riscosso un grande successo ancora prima della sua entrata in servizio”. Per quanto riguarda la Liberty of the Seas, protagonista indiscussa durante la stagione estiva, tornerà anche nel 2014 proponendo imbarchi da Civitavecchia. Nel 2014 il Gruppo infatti sarà concentrato sui porti italiani di Civitavecchia e Venezia. Sempre da Venezia sono garantite le partenze regolari della Splendour of the Seas che dopo la stagione invernale in Sud America farà ritorno in Europa.

Ma l’Italia per RCCL vedrà ulteriori novità sul fronte prodotto: “Punteremo molto sulla vendita dei voli per le nostre crociere lungo raggio” – spiega Rotondo – “attualmente la richiesta dal mercato è pari a circa il 25 per cento, e cercheremo di soddisfare questa domanda potenziando l’offerta”. Tra i partner scelti per questo rafforzamento i principali vettori di linea, escludiamo per ora la formula charter.

[hr top]