,

Crociere: successo per il porto di Carloforte, crocieristi vogliono tornare

Cinque giorni fa sono sbarcati i passeggeri della nave da crociera Le Soléal, durante il suo primo viaggio inaugurale verso Barcellona, e tutti sono d’accordo: tornerebbero nell’isola per una vacanza. Novantadue i questionari compilati dai turisti dopo la visita al centro storico.

 

Le Soleal

La nave da crociera Le Soléal.

 

La nave da crociera Le Soléal, della compagnia francese Compagnie du Ponant, ha fatto tappa a Carloforte e San Pietro durante il suo primo viaggi inaugurale da Venezia verso Barcellona. I turisti tutti soddisfatti dell’accoglienza e del buffet. E colti di sorpresa: molti hanno scritto di essere rimasti colpiti da un paese così bello al di là delle aspettative. Nessuno era mai stato a Carloforte prima di venerdì scorso. Ma per un possibile ritorno è stato un plebiscito. La domanda: “Potreste prendere in considerazione di scegliere Carloforte come meta delle vostre vacanze? Risposta, 92 sì. Insomma un en plein.

Lo storico ritorno delle crociere a San Pietro è avvenuto venerdì scorso alle 14 davanti alla spiaggia di Punta Nera. I circa duecento ospiti a bordo sono stati trasferiti a piccoli gruppi al porto grazie ai tender. Ad accoglierli in banchina c’era il locale gruppo folk con canti e balli tradizionali. E un ricco buffet con le specialità enogastronomiche dell’isola, un mix di cucina nordafricana, ligure e sarda. Sui tavolini cascà (cous cous), cappunadda (tonno salato, pomodori, gallette), facussa (specie di cetriolo tipica produzione dell’isola), gallette del marinaio con patè di tonno, focaccia, fainà (con farina di ceci).

Dopo il pasto i croceristi sono stati accompagnati in un tour del centro abitato, annoverato tra “i borghi più belli d’Italia”, e del museo cittadino. Qualcuno è riuscito anche a trovare il tempo per un bagno nella spiaggia più vicina. Poi un altro passaggio al ricco buffet prima di dire addio a Carloforte. O forse arrivederci.

Maggiori dettagli sulla nave da crociera Le Soléal possono essere consultati qui: http://goo.gl/S1P6Z

Fonte:ANSA