Crociere: quattro Gruppi si contengono il 90% del mercato crocieristico

Dal leader fino alla piccola compagnia di crociera ecco quali sono le aziende che gestiscono i giganti bianchi.

Spesso ci si limita a conoscere poche compagnie di crociera come la Costa Crociere e la MSC Crociere. Ma il mercato delle crociere è molto più variegato e composto da innumerevoli aziende attive proprio in questo settore. Diverse compagnie sono indipendenti ma la maggior parte appartengono ad una delle 4 società che coprono il 90% dell’intero mercato. Non sempre si riesce a capire a prima vista quale compagnia appartiene a quale società oppure se si tratta di un impresa indipendente. Vediamo ora di fare un po’ di ordine all’interno delle varie navi da crociera.

I leader di mercato:

Il gigante indiscusso in ambito crocieristico è la Carnival Corporation con sede a Miami, Florida. Questa società anglo-americana possiede quasi 100 navi. Nel 1989 Carnival acquista la compagniaHolland America Line. Accanto al marchio Carnival Cruise Line si aggiungono il marchio Costa Crociere, i marchi di prestigio Cunard e Seabourn. Nel 2003 un acquisto del concorrente più agguerrito, Royal Caribbean non è andato a buon fine, ma nello stesso anno Carnival  acquistò la terza compagnia leader Princess Cruises. Il gruppo Carnival continua la sua espansione acquisendo la P&O Australia e la compagnia tedesca più conosciuta AIDA Cruises. La crescita del gigante Carnival non si ferma qui,  durante i prossimi anni la capacità dei passeggeri, ora di circa 190’000 posti letto aumenterà ulteriormente di 10 nuove costruzioni.
Il numero due è la Royal Caribbean Cruises, azienda americana-norvegese fondata negli anni ’70. Nel 1988 diede inizio al turismo di massa inaugurando la nave da crociera più grande al mondo: Sovereign of the Seas.
Nel 1977 l’azienda acquista la compagnia Celebrity Cruises. Negli anni successivi viene fondata la compagnia spagnola Aleger Pullmantur Cruises e il marchio francese Croisières de France. La differenziazione continua con l’acquisizione del marchio di lusso Azamara Club Cruises. Dal 2009 la Royal Caribbean possiede il 50% della quota parte di TUI Cruises, azienda specializzata sul mercato tedesco. Attualmente la Royal Caribbean Cruises offre più di 80’000 posti letto, entro 2012 il numero di navi raggiungerà la soglia dei 30.
Al terzo posto e leader nell’area asiatica è la società fondata nel 1993 Star Cruises ora chiamata Genting Hong Kong. La compagnia ha fatto i suoi primi passi nel mercato dei traghetti, nel 2000 acquista la compagnia di crociera Norwegian Cruise Line e  le aziende legate Norwegian Capricorn come anche la Orient Lines. Con la nascita nel 2004 della azienda NCL America sono stati inclusi altre destinazioni. Inclusi i traghetti, la società offre più di 35’000 posti  letti distribuiti su 18 navi.
Il numero quattro, per grandezza, non è un grande società ma un impresa italiana di famiglia: si chiama MSC Crociere, con più di 30’000 posti letto su attualmente undici navi. In ogni caso si tratta della compagnia indipendente più grande al  mondo.
In breve:
Carnival Corporation : ca. 190’000 posti letto
  • Carnival Cruise Line
  • Holland America Line
  • AIDA Cruises
  • Princess Cruises
  • Cunard
  • Costa Crociere
  • Seabourn
  • P&O
  • P&O Australia
  • Ocean Village
  • Iberocruceros
Royal Caribbean Cruises : ca. 80’000 posti letto
  • Royal Caribbean Cruises
  • Celebrity Cruises
  • Azamara
  • Croisières de France
  • TUI Cruises (50%)
  • Pullmantur
Gentig Hong Kong : ca. 35’000 posti letto
  • Norwegian Cruise Lines (50%)
  • Star Cruises
MSC Crociere : ca. 30’000 posti letto