,

Costa Deliziosa: soccorre 8 persone a bordo di una barca a vela

La Costa Deliziosa, impegnata nel Giro del Mondo, ha effettuato una deviazione di circa 170 miglia per soccorrere una barca a vela con una falla in mezzo all’oceano Atlantico. Tratte in salvo le 8 persone a bordo, tutte in buone condizioni di salute.

 

Costa Deliziosa soccorso in mare

Costa Deliziosa: soccorre 8 persone a bordo di una barca a vela

 

Ieri sera, 14 gennaio 2014, alle 21.30 ora italiana, la nave da crociera Costa Deliziosa ha effettuato con successo il salvataggio di 8 persone che si trovavano a bordo di una barca a vela che stava affondando in mezzo all’oceano Atlantico.

Nel corso della mattinata del 14 gennaio 2014 il comandante Giuseppe Longo di Costa Deliziosa, che è impegnata nella crociera “Giro del Mondo” di 100 giorni, partita da Savona lo scorso sei gennaio, ha ricevuto una richiesta da parte del centro della guardia costiera di Delgada in Portogallo per soccorrere una imbarcazione in grave difficoltà.

In quel momento la Costa Deliziosa stava attraversando l’oceano Atlantico in direzione del porto caraibico di Antigua, dove era prevista arrivare nella mattina del 17 gennaio. La nave ha immediatamente lasciato la sua rotta, effettuando una deviazione di circa 170 miglia in direzione sud-est per raggiungere l’imbarcazione.

La barca a vela, di nome “Buccanier”, stava affondano a causa di una collisione con un oggetto non identificato. Le 8 persone che si trovavano a bordo stavano cercando di buttare fuori dallo scafo l’acqua che entrava dalla falla, usando dei secchi.

Nonostante le condizioni meteo-marine avverse, con onde alte 3 metri, il soccorso è avvenuto con successo. I membri d’equipaggio del “Buccanier” sono stati tratti in salvo su Costa Deliziosa: sei di nazionalità spagnola, una argentina e una belga. Sono tutti in buone condizioni di salute.

La Costa Deliziosa ha quindi ripreso la sua rotta programmata in direzione di Antigua.

 

Costa Deliziosa

del progetto di riferimento. Costa Deliziosa La Costa Deliziosa ad Helsinki nel 2010 Descrizione