Costa Crociere: netta ripresa, un milione di prenotazioni

Costa Crociere ha raggiunto a giugno ben un milione di prenotazioni nel 2012, registrando un aumento rispetto al 2011 del 28%. Lo ha annunciato oggi all’assemblea pubblica “Thank you for shipping” il presidente e amministratore delegato della società di crociere Pier Luigi Foschi.

Si è svolta questa mattina l’assemblea presso il Porto Antico “Thank you for shipping” organizzata dalla Provincia di Genova. Costa Crociere torna a registrare cifre record e Foschi durante l’assemblea “Costa Crociere é tornata a fare registrare dati di vendita incoraggianti, a testimonianza della solidità della compagnia, della qualità e del suo prodotto e della fiducia dei suoi clienti. A conferma di ciò il 25 maggio Costa Crociere ha superato 1 milione di ospiti prenotati sulle crociere 2012. Questo importante traguardo era stato superato per la prima volta, come prima compagnia in Europa, già nel 2007 ed era stato poi eguagliato negli anni successivi. Nei mesi di aprile e maggio 2012 Costa Crociere ha avuto un incremento delle prenotazioni per anno fiscale del 28% rispetto agli stessi mesi dello scorso anno”
Inoltre presidente Foschi ha sottolineato l’impatto economico di Costa Crociere in Italia nel 2010 è stato di 2.2 miliardo di euro: “La pausa nelle prenotazioni è terminata. A inizio 2012 a causa dell’incidente al Giglio c’è stato un impatto su tutta l’industria delle crociere, soprattutto su Costa. Ma l’industria delle crociere in generale si è ripresa molto prima rispetto a Costa. Noi stiamo ancora soffrendo per la violenta campagna mediatica subita. Per oltre tre mesi abbiamo cessato la comunicazione di marketing, poi l’abbiamo ripresa in un modo diverso. Ora con aprile e maggio le prenotazioni sono ripartite in un modo che supera le nostre aspettative”.

Parlando del naufrago della Costa Concordia Foschi dice: “Ringrazio la solidarietà e la vicinanza alla nostra azienda voglio ricordare le vittime del tragico incidente al Giglio, un evento unico, e completamente inatteso. Un esperienza nuova, a cui nessuna azienda come Costa sarebbe stata preparata. Noi siamo stati addestrati per realizzare sogni, per creare le condizioni di una vacanza meravigliosa, ciò che e’ accaduto é esattamente l’opposto della nostra missione”. Inoltre il presidente di Costa Crociere ribadisce: “Costa non ha mai risparmiato nulla sulla sicurezza e sull’eccellenza. Lavorare sodo e in silenzio, contro gli attacchi mediatici”.

Della vicenda ha parlato anche Francesco Oddone, assessore allo Sviluppo di Palazzo Tursi, dicendo che: “Il Comune di Genova è a fianco di Costa Crociere, a disposizione per rafforzare la presenza della compagnia. Costa è importante non solo in termini di lavoro, ma anche di immagine in giro per il mondo. Non è accettabile che una tragedia come quella del Giglio pregiudichi quanto Costa rappresenta per Genova e la Liguria”.

Sempre inerente al tema della sicurezza, l’ammiraglio Felice Angrisano comandante della Capitaneria di Porto di Genova testimonia come: “La Capitaneria di Porto di Genova negli ultimi cinque anni ha svolto più di 100 controlli sulle navi Costa Crociere senza mai rilevare un’irregolarità”.

[hr top]