Costa Crociere: calo delle prenotazioni del 35%

Dopo l’accaduto della Costa Concordia quel fatidico 13 gennaio 2012 le cifre di prenotazioni sono diminuite del 35%, a rischio il marchio Costa.

Intervista tratta da: lastampa.it Il Presidente Pier Luigi Foschi parla chiaro «Siamo sotto di un 35% rispetto allo scorso anno. Certo, c’è la crisi e ci aspettavamo un anno difficile. Ma è evidente che il naufragio pesa». In più la questione dei risarcimenti potrà influire gravemente sui bilanci della compagnia. Foschi comunque assicura «Costa ha un capitale netto di svariati miliardi di euro. La società è solida». Inerente ad un possibile fallimento della società, il Presidente di Costa Crociere replica: «Costa Crociere non fallisce come società. Potrebbe fallire come marchio. Siamo stati azzerati mediaticamente. Il nostro marchio è stato massacrato. Lavoreremo sodo affinché queste preoccupazioni svaniscano in tempi ragionevoli. Cancellare il brand è l’ultima cosa che vorrei»